Questa settimana cucino IO.


Ebbene si, è giunto anche il mio turno. Stanco di bazzicare da una parte all’altra,  ho deciso di cucinarmi i miei pasti.

La voglia di un brodino leggero e autentico (sabato mattina) mi ha portato al mercato dei contadini di Tours. Dopo un giro di prova comincio gli acquisti:

Une botte de carottes

Qualche porro (1 € il mazzo)

1 kg di patate novelle rosse e bianche

1 kg di clementine (2,20 €)

2 cipolle rosse (€ 0,45)

6 uova fresche (€ 1,20)

2 Crottin (de chévre)  aux épices (€ 3,80)

1 baguette all’ ancienne in boulangerie sulla via del ritorno (1,00 €)

per una spesa totale di 15 € circa.

Con tutto questo ben di Dio mi sono preparato, la tanta adorata minestrina, con pasta fine; frittate con le verdure; patate al forno secondo la mia ricetta preferita (squisite!); carote saltate al burro o semplicemente un occhio di bue. Ora sono tre giorni che mangio in casa, ho ancora la metà della roba e sinceramente non ne posso più, tra cucinarmi, lavarmi e quant’altro. Nonostante ogni giorno cambio menu e alterno piatti e ricette. Il mese scorso (Novembre) avrò cucinato in casa forse un paio di volte e ho speso 35 € di gas (tra cui il riscaldamento sia chiaro!) e 15 e di corrente. Dunque vivere da solo la casa in modo del tutto elementare, ovvero 3 ore la sera di corrente e riscaldamento al minimo, mi è costato 1,5 € al giorno circa. Se adesso mi ci metto a cucinare queste cose spenderò almeno il doppio. Cucinare richiede tempo e io ne ho poco. Dunque una settimana in casa mi costa circa 5/6 € al giorno (3 € di spese tra acqua, gas e corrente + 3 €  di vivande + pane) e almeno un paio di ore di tempo che devo rosicchiare alla mia attività giornaliera.

Questa sera sono andato a Les Halles (il mercato coperto di Tours) e mi sono comperato un Cordon Bleu fatto bene da un macellaio (1,70 €). Domani lo mangerò a pranzo con le MIE SUPER patate al forno.

Dimenticavo: oggi mi sono comperato anche una Terrine in porcellana (€ 15,80) da Ultima (in Rue National 37, tel 0033 247 05 62 63) e poi un fegato grasso da 1/2 Kg € 29,90 da La Basse -Cour di Magali et Cedric Rouablé (Les Halles Centrales – tel 0033 247 38 61 78 ). Un briciolo di sale, una spolverata di pepe e niente più, tranne 25 minuti di cottura in forno. Ne avrò abbastanza anche per i regali di Natale!

Ogni tanto ci bevo sopra una birretta artigianale Bio, la cui bottiglietta da 0,33 si aggira sui 2 €!

Una cosa che non si fa mai è calcolare i prezzi del mangiare in casa. Personalmente preferisco pagare qualcosina in più per mangiare per strada qualche cosa che ne valga la pena, anche se ogni tanto il brodino è una sanissima prescrizione medico-chirurgica.

Se non abitassi da solo probabilmente le spese potrebbero abbattersi e di conseguenza rendersi più vantaggiosa la casa.

E voi? Quanto spendete per la vostra spesa?

Cosa cucinereste con quel che ho comprato? si accettano consigli e suggerimenti.

Aggiungo: ma il cibo di qualità è roba da ricchi? E’ vero che non tutti possono permettersi questa qualità?

Un suggerimento: cucinate le verdure dopo che da esse avete ricavato il brodo. Saltare le carote nel burro o cuocere le patate novelle (logicamente con la pelle) al forno dopo la loro bollitura con un pizzico di sale, pepe e un filo d’olio è un qualche cosa di super buono e un modo per prendere due piccioni con una fava.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Quick contact

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...