No al bavaglio… Io sono libero di raccontare ciò che vedo!


IL DIVIETO DI RACCONTARE

bavaglio (1)

Oggi ho ricevuto una lettera che, minacciandomi, mi ha di fatto obbligato ad eliminare un mio racconto di viaggio: semplicemente un racconto di viaggio.

Durante una visita in cantina, l’allora titolare, mi concesse il permesso di filmare una conversazione tra lui e mio padre… una piacevolissima conversazione sul mondo del vino e della produzione enologica.

Come sempre, una volta rientrato a casa ho raccontato la visita in cantina sul mio blog per poter condividere con amici e colleghi le mie esperienze.

Oggi con tono perentorio e minaccioso ricevo la seguente lettera:

“In occasione della scissione aziendale, il signor (…) è uscito definitivamente dalla società e non è più componente della compagine sociale di (…) e di qualsiasi riferimento ad essi riconducibili a fini pubblicitari o informativi, tanto più in relazione all’attività produttiva della propria azienda (…), con cui marchio e prodotto non hanno alcun tipo di relazione.

Perciò tutte le informazioni, le fotografie e le immagini da voi utilizzate non sono più disponibili e mantenerle in uso integra un illecito.Inoltre il filmato, in particolare riprende un dialogo del Signor (…) svolto nel contesto della cantina di trasformazione di (…). Il filmato viola la nostra privacy e genera confusione nella nostra clientela.

Vi chiedo quindi, in qualità di rappresentante dell’azienda di cui sono titolare con (…) di provvedere con urgenza non oltre tre giorni dal ricevimento della presente all’eliminazione dell’articolo in questione, del filmato,d elle fotografie e di qualsiasi altra indicazione, idonea a generare equivoco sulla esclusiva riferibilità e titolarità dell’azienda (…) e di tutti i marchi.

Vorrete confermare la pronta esecuzione di quanto richiesto, dovendo altrimenti affidare al nostro legale la tutela dei nostri diritti.”

bavaglio

Si può cancellare il passato?

A tutti i miei lettori, blogger, giornalisti chiedo: cosa bisogna fare in casi come questi? Io mi sono attenuto alla lettera e ho agito di conseguenza eliminando tutto ciò che mi è stato richiesto ma l’amaro in bocca mi è rimasto. Il mio racconto era, ed è, sincero e reale (l’ho visto e vissuto coi miei occhi!). A me serve quel racconto poichè fa parte del mio baglio esperienziale e culturale… perchè, ora, devo eliminarlo? E’ colpa mia se allora quel signore era co-proprietario/titolare? Ora non lo è più ma io… che ci posso fare? Mai detto nè scritto che lo è ancora…

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

Highlights dal 29 Giugno


di Cristina Rombolà  – @crirombola on Instagram

Che le Premiate Trattorie Italiane fossero sinonimo di cucina di qualità lo sapevamo già da tempo ma, ogni volta che ne abbiamo l’occasione, ci piace avere un’ulteriore conferma. Così, qualche giorno fa, non ci siamo fatti scappare l’appuntamento all’Antica Trattoria del Gallo di Gaggiano con un menu di 8 portate realizzato dai protagonisti della serata: i cuochi delle Premiate. Ci siamo divertiti a creare una piccola rassegna fotografica che va dall’antipasto al dolce e, per non essere troppo egoisti, abbiamo deciso di condividerla.

2015-06-29 13.15.27

FIORI DI ZUCCA – TRATTORIA ANTICHI SAPORI
Lo chef contadino Pietro Zito firma questo imperdibile antipasto a base di fiori di zucca ripieni di ricotta amalgamata con basilico e mandorle, accompagnati da uno sformatino di melanzane, mollica di pane e scamorza. Gli ortaggi arrivano dall’orto della trattoria Antichi Sapori, sita ad Andria, da dove arriva anche la scamorza. Continua a leggere

Comments Off on Highlights dal 29 Giugno

Archiviato in Contributi

Pensieri sul vino in nuce


Dopo aver letto un illuminante articolo di Fabio Pracchia, sull’ultimo numero della rivista SLOW, non manco di scavare in profondità quelle righe. Scavando, scavando emergono infatti quattro passaggi in grado di espletare bene, e compiutamente, come e cosa è successo tra i degustatori di vini.

Per anni concentrati a ricercare frutta e fiori nei calici, abbiamo rischiato di dimenticare che il vino rappresenta la trasformazione liquida dell’energia solare che attraverso la vite si armonizza al sapore del suolo, racchiuso nei grappoli.”

Serve un approccio nuovo al vino. Serve un approccio naturale fondato sull’esperienza, prima che sulla teoria.

Continua a leggere

Comments Off on Pensieri sul vino in nuce

Archiviato in Uncategorized

EXPO2015: dieci attrazioni da non perdere


Pavilion ZERO & Media Center

L’architettura del Padiglione Zero & Media Centre – Milano 2015

Premesso che EXPO Milano 2015 va visitato assolutamente, ed è meglio farlo in più volte, vi consiglio dieci attrazioni da non perdere per rendere il viaggio nei cinque continenti interessante e non banale!

1) Fatevi trascinare nel vorticoso padiglione dell’ANGOLA

2) entrate in contatto con la natura nel giardino del silenzio della REPUBBLICA CECA: un nuovo punto di vista per entrare in simbiosi con la natura

3) provate a pensarvi con la pesa speciale della CINA, sarà direttamente lei a consigliarvi cosa e quanto mangiare per raggiungere il vostro peso forma. Non mancate inoltre di ammirare le 31 statue in argilla che mostrano i passaggi salienti per cucinare, e servire, un’ottima anatra alla pechinese

4) Il padiglione SPAGNA  vi aspetta per un viaggio eno-gastronoico tra le tecniche avanguardiste dell’alta ristorazione e i suoi grandi vini.

Continua a leggere

Comments Off on EXPO2015: dieci attrazioni da non perdere

Archiviato in Uncategorized

E se il futuro della sala fosse in mano ai robot?


Si è appena concluso il Philip Kotler Marketing Forum (ascolta il video messaggio) presso l’Università Bicocca di Milano e già si comincia a ragionare sulla strada che, uno “stratega” del genere, può aver tracciato. Più di mille persone si sono contate nell’aula quando il noto professor Kotler, padre fondatore del marketing management, è salito sul palco davanti a studiosi e professionisti del settore.

Una delle frasi che ha fatto scrosciare gli applausi è stata questa:

“Non vedo l’ora che venga inventato un maggiordomo robot”

che dire… noi camerieri di sala e cantina? Cosa ci riserva il futuro?

Personalmente non mi sento nè un robot nè un maggiordomo, pertanto non sono in competizione con loro. Vero è che, se il cameriere non saprà far bene il suo dovere, esso correrà il rischio di venir sostituito da un robot. Pericolo latente se non imminente. Non si tratta di portare un vassoio, quello sarà in grado di farlo  benissimo anche l’intelligenza artificiale, a noi spetta il difficile compito di coniugare la sala con la cucina, dettare i tempi migliori del servizio, seguire il cliente anche quando quello non parla, capirne le esigenze anche quando non le manifesta… compiti questi difficili, duri e delicati in grado di fare la differenza.

2014-02-14 18.31.22

Su le maniche, il futuro è già cominciato!


fonte Ninja Marketing

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Val Camonica: il fiordo della Lombardia


Trattoria Visconti

Un pranzo alla Trattoria Visconti (T. +39 035 908 153), ad Ambivere in provincia di Bergamo, è sinonimo di relax, salute e piacere. Fu così che, anzichè tornare a casa, decidemmo di fare una deviazione in Val Camonica, percorrendo la sponda ovest del lago d’Iseo per poi risalire il corso del Fiume Oglio.

Lago d'Iseo, Monte Isola, Sulzano

Arrivati a Darfo Boario-Terme ci siam goduti un percorso benessere all’interno del nuovo centro termale “Terme di Boario” coccolati da un’atmosfera rilassata e profumata, per poi passare la notte presso l’Hotel Rizzi Aquacharme dove alla grande gentilezza e professionalità del personale si affianca un servizio ristorazione (colazione inclusa) obsoleto, il tutto in una cornice elegante e ben curata.

Prestorik

Continua a leggere

Comments Off on Val Camonica: il fiordo della Lombardia

Archiviato in Viaggi di primavera

Qualche volta le sorprese si nascondono dietro un sorriso


image

Ogni tanto è utile, doveroso e necessario, sedersi al tavolo del ristorante in cui normalmente si passa l’intera giornata (a servire gli altri!!!) e provare l’emozione di guardare il mondo circostante da un altro punto di vista: quello del cliente. Analizzare il piatto, la mise, la sala con occhio critico, crudele e attento per capire cosa, come e dove migliorarsi. Un momento di crescita e un applauso per chi si è impegnato, al posto mio, per farmi star bene!

image

Comments Off on Qualche volta le sorprese si nascondono dietro un sorriso

Archiviato in Uncategorized

Dalla Nigeria al Kenya: gli hashtag della speranza #BringBackOurGirls #KenyaAttacks


Cosa (non) facciamo per evitare disgrazie come queste?

IMG_20150407_192225

A un anno dal rapimento di più di 200 ragazze e a poche settimane dall’uccisione di ben 150 studenti, l’Africa piange le sue vittime, innocenti e figlie di un mondo ingiusto… troppo spesso sbagliato!

Un hashtag non basta.

Comments Off on Dalla Nigeria al Kenya: gli hashtag della speranza #BringBackOurGirls #KenyaAttacks

Archiviato in Uncategorized

I film(s) che un cameriere dovrebbe assolutamente vedere


“La sicurezza è eleganza, l’umiltà intelligenza.”

The Butler (2013)

The Butler (2013)

“Il servizio in sala ha una sola regola: il cliente.”

the-grand-budapest-hotel-5

The Grand Budapest Hotel (2014)

“Crescere si può. Migliorarsi si deve.”

Ratatouille, Disney

Ratatouille (2007)

“Sono serviti anni per trovare i nostri clienti, potrebbe bastare un secondo per perderli.”

Chef, Film, 2012

Chef (2012)

“Il 10 % è talento, il 90 % è duro lavoro.”

La Grande Abbuffata, Tognazzi

La grande abbuffata (1973)

“Lavorare serve più alla testa che al portafoglio.”

Vatel

Vatel (2000)

Buona Visione!!!

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized