Pensieri sul vino in nuce


Dopo aver letto un illuminante articolo di Fabio Pracchia, sull’ultimo numero della rivista SLOW, non manco di scavare in profondità quelle righe. Scavando, scavando emergono infatti quattro passaggi in grado di espletare bene, e compiutamente, come e cosa è successo tra i degustatori di vini.

Per anni concentrati a ricercare frutta e fiori nei calici, abbiamo rischiato di dimenticare che il vino rappresenta la trasformazione liquida dell’energia solare che attraverso la vite si armonizza al sapore del suolo, racchiuso nei grappoli.”

Serve un approccio nuovo al vino. Serve un approccio naturale fondato sull’esperienza, prima che sulla teoria.

Continua a leggere

Comments Off on Pensieri sul vino in nuce

Archiviato in Uncategorized

EXPO2015: dieci attrazioni da non perdere


Pavilion ZERO & Media Center

L’architettura del Padiglione Zero & Media Centre – Milano 2015

Premesso che EXPO Milano 2015 va visitato assolutamente, ed è meglio farlo in più volte, vi consiglio dieci attrazioni da non perdere per rendere il viaggio nei cinque continenti interessante e non banale!

1) Fatevi trascinare nel vorticoso padiglione dell’ANGOLA

2) entrate in contatto con la natura nel giardino del silenzio della REPUBBLICA CECA: un nuovo punto di vista per entrare in simbiosi con la natura

3) provate a pensarvi con la pesa speciale della CINA, sarà direttamente lei a consigliarvi cosa e quanto mangiare per raggiungere il vostro peso forma. Non mancate inoltre di ammirare le 31 statue in argilla che mostrano i passaggi salienti per cucinare, e servire, un’ottima anatra alla pechinese

4) Il padiglione SPAGNA  vi aspetta per un viaggio eno-gastronoico tra le tecniche avanguardiste dell’alta ristorazione e i suoi grandi vini.

Continua a leggere

Comments Off on EXPO2015: dieci attrazioni da non perdere

Archiviato in Uncategorized

E se il futuro della sala fosse in mano ai robot?


Si è appena concluso il Philip Kotler Marketing Forum (ascolta il video messaggio) presso l’Università Bicocca di Milano e già si comincia a ragionare sulla strada che, uno “stratega” del genere, può aver tracciato. Più di mille persone si sono contate nell’aula quando il noto professor Kotler, padre fondatore del marketing management, è salito sul palco davanti a studiosi e professionisti del settore.

Una delle frasi che ha fatto scrosciare gli applausi è stata questa:

“Non vedo l’ora che venga inventato un maggiordomo robot”

che dire… noi camerieri di sala e cantina? Cosa ci riserva il futuro?

Personalmente non mi sento nè un robot nè un maggiordomo, pertanto non sono in competizione con loro. Vero è che, se il cameriere non saprà far bene il suo dovere, esso correrà il rischio di venir sostituito da un robot. Pericolo latente se non imminente. Non si tratta di portare un vassoio, quello sarà in grado di farlo  benissimo anche l’intelligenza artificiale, a noi spetta il difficile compito di coniugare la sala con la cucina, dettare i tempi migliori del servizio, seguire il cliente anche quando quello non parla, capirne le esigenze anche quando non le manifesta… compiti questi difficili, duri e delicati in grado di fare la differenza.

2014-02-14 18.31.22

Su le maniche, il futuro è già cominciato!


fonte Ninja Marketing

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Val Camonica: il fiordo della Lombardia


Trattoria Visconti

Un pranzo alla Trattoria Visconti (T. +39 035 908 153), ad Ambivere in provincia di Bergamo, è sinonimo di relax, salute e piacere. Fu così che, anzichè tornare a casa, decidemmo di fare una deviazione in Val Camonica, percorrendo la sponda ovest del lago d’Iseo per poi risalire il corso del Fiume Oglio.

Lago d'Iseo, Monte Isola, Sulzano

Arrivati a Darfo Boario-Terme ci siam goduti un percorso benessere all’interno del nuovo centro termale “Terme di Boario” coccolati da un’atmosfera rilassata e profumata, per poi passare la notte presso l’Hotel Rizzi Aquacharme dove alla grande gentilezza e professionalità del personale si affianca un servizio ristorazione (colazione inclusa) obsoleto, il tutto in una cornice elegante e ben curata.

Prestorik

Continua a leggere

Comments Off on Val Camonica: il fiordo della Lombardia

Archiviato in Viaggi di primavera

Qualche volta le sorprese si nascondono dietro un sorriso


image

Ogni tanto è utile, doveroso e necessario, sedersi al tavolo del ristorante in cui normalmente si passa l’intera giornata (a servire gli altri!!!) e provare l’emozione di guardare il mondo circostante da un altro punto di vista: quello del cliente. Analizzare il piatto, la mise, la sala con occhio critico, crudele e attento per capire cosa, come e dove migliorarsi. Un momento di crescita e un applauso per chi si è impegnato, al posto mio, per farmi star bene!

image

Comments Off on Qualche volta le sorprese si nascondono dietro un sorriso

Archiviato in Uncategorized

Dalla Nigeria al Kenya: gli hashtag della speranza #BringBackOurGirls #KenyaAttacks


Cosa (non) facciamo per evitare disgrazie come queste?

IMG_20150407_192225

A un anno dal rapimento di più di 200 ragazze e a poche settimane dall’uccisione di ben 150 studenti, l’Africa piange le sue vittime, innocenti e figlie di un mondo ingiusto… troppo spesso sbagliato!

Un hashtag non basta.

Comments Off on Dalla Nigeria al Kenya: gli hashtag della speranza #BringBackOurGirls #KenyaAttacks

Archiviato in Uncategorized

I film(s) che un cameriere dovrebbe assolutamente vedere


“La sicurezza è eleganza, l’umiltà intelligenza.”

The Butler (2013)

The Butler (2013)

“Il servizio in sala ha una sola regola: il cliente.”

the-grand-budapest-hotel-5

The Grand Budapest Hotel (2014)

“Crescere si può. Migliorarsi si deve.”

Ratatouille, Disney

Ratatouille (2007)

“Sono serviti anni per trovare i nostri clienti, potrebbe bastare un secondo per perderli.”

Chef, Film, 2012

Chef (2012)

“Il 10 % è talento, il 90 % è duro lavoro.”

La Grande Abbuffata, Tognazzi

La grande abbuffata (1973)

“Lavorare serve più alla testa che al portafoglio.”

Vatel

Vatel (2000)

Buona Visione!!!

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

E luce fu, di nuovo.


A noir, E blanc, I rouge, U vert, O bleu: voyelles,
Je dirai quelque jour vos naissances latentes:
A, noir corset velu des mouches éclatantes
Qui bombinent autour des puanteurs cruelles,

golfes d’ombre; E, candeurs des vapeurs et des tentes,
lances des glaciers fiers, rois blancs, frissons d’ombelles;
I, pourpres, sang craché, rire des lèvres belles
dans la colère ou les ivresses pénitentes;

U, cycles, vibrement divins des mers virides,
paix des pâtis semés d’animaux, paix des rides
que l’alchimie imprime aux grands fronts studieux;

O, suprême Clairon plein des strideurs étranges,
silences traversés des Mondes et des Anges:
– O l’Oméga, rayon violet de Ses Yeux!

Vocali, A. Rimbaud – 1874

RiLuce, SacraFamilia, Vini, OltrePo

Il Gustofilo

Di Giorgio Mercandelli e dei suoi vini ne avevo già parlato qui. Ora la storia ricomincia da zero in quel di Canneto Pavese. Dopo un periodo di nuovi studi e sperimentazioni presso l’Università di Riccagioia, Giorgio torna a produrre i suoi vini tanto amati quanto, ahimè, non capiti. Vigneti scoscesi, pendenze epiche e viti selvagge fanno di questa cantina un esempio da seguire per riuscire a produrre vini di ottima qualità. “Oggi l’agricoltura ha una forma militaresca e noi, esseri umani, non siamo più abituati a vedere le vigne libere. Si sente spesso parlare di terroir… ma che cosa è il terroir? Il terroir, al giorno d’oggi, non esiste. Io credo che sia stato semplicemente distrutto!” Con queste parole Giorgio Mercandelli, titolare dell’azienda agricola RiLuce, racconta che cosa lo ha spinto a seguire questa strada della “NATURA, SENZA COMPROMESSI”.

Continua a leggere

Comments Off on E luce fu, di nuovo.

Archiviato in GustosaMente

Salvare il pianeta con un semplice gesto


TEA, Natura, spazzolino, dentifricio, argilla, salvia, bamboo

Ogni mattina un uomo si alza e sa che deve lavarsi (almeno) faccia e denti. Giusto, no? Le nostre azioni quotidiane, anche e soprattutto le più semplici e frequenti, incidono moltissimo sul nostro stato di salute e su quello dell’intera biosfera.
Nei mesi più freddi siamo abituati a far scorrere l’acqua calda nell’attesa della temperatura che fa per noi. Raggiunto il grado centigrado desiderato procediamo con il lavaggio della faccia, rasatura e/o trucco per poi lavarsi i denti con l’acqua gelida.
Basta invertire quest’abitudine (prima denti e poi faccia) per salvare litri e litri d’acqua fresca e pulita (più volte al giorno, per tutto l’anno) dall’infelice destino dello scarico, sfruttando così lo scorrimento libero dell’acqua nell’attesa della temperatura desiderata.

Il risparmio non solo è tangibile in bolletta ma anche nel benessere del nostro, tanto amato, pianeta.

Scegliendo prodotti naturali come quelli in fotografia si massimizza il risultato… Basta pensare che lo spazzolino personalizzabile in bamboo nella foto è biodegradabile al 100% e si può tranquillamente gettare nel bidone dei rifiuti organici!!! CHE STORIA!!!

Comments Off on Salvare il pianeta con un semplice gesto

Archiviato in Uncategorized