Archivi tag: Prada

#scarpedacameriere… vol 4


A un anno di distanza dall’ultimo post sull’argomento, torno nuovamente a raccontarvi i miei acquisti in materia di zampe.

Come sappiamo la scarpa giusta può fare la differenza per chi lavora in sala. Il benessere dei nostri piedi è cosa importante. Questa volta ho puntato su due marchi rigorosamente italiani Igi&Co e, ancora, Prada.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Scarpe da cameriere.


Stone Haven. Made In Italy. A mio avviso le migliori che io abbia mai avuto fino a questo momento. Pagate 50 € circa a prezzo pieno. Ottima la pelle e i materiali, buonissimo rapporto Q/P. Portabilità di una scarpa elegante, comodità di una scarpa da tennis. Durata 5 anni camminando 10 ore al giorno di media. Difficile la reperibilità.

Samsonite. Un buon paio di scarpe. Leggermente più rigide delle Stone Haven che ho prima menzionato. Pagato 60 € scontate del 50% (prezzo pieno 120 €).  Rifiniture precise e ben fatte. Elegante, comoda e leggera. Mi è durata 4 anni e ancora oggi la utilizzo. Anche questa non si trova facilmente.

Nike. Made in Vietnam. La scarpa che più di tutte ha rivoluzionato il mio stare in piedi. Comodità estrema. Unica pecca è dovuta al fatto che il piede suda parecchio e che essendo appuntita la punta del piede viene schiacciata leggermente e dopo parecchio ore di lavoro se ne risente. Design fine e giovane. Colore nero. Pagata 70 € in saldo (prezzo pieno 125 €).

Prada. Made in Vietnam. Questo è il mio ultimo acquisto. Non trovando più disponibile la mia Nike, sono stato attratto da questa scarpa che ho avuto la possibilità di trovare in saldo a un prezzo accettabile. Dopo aver letto Made in Vietnam sono rimasto titubante. Quel che è certo è che non spenderei mai i 250 € a cui questa scarpa viene venduta. Ma siamo pazzi! Presto vi dirò se sono stato fortunato a pagarla 110 € (ultimo numero al 60 % di sconto) o se non vale nemmeno quelli. Ho grandi aspettative.

Le scarpe per una persona che lavora stando in piedi e camminando in continuazione sono molto importanti.  Ho fatto anni con il mal di gambe. Queste sono i primi quattro paia che non mi han dato problemi.

Qualche consiglio:

  • Non prenderle piatte, badate che abbiano sempre il tacco leggermente sollevato rispetto la punta.
  • Inserite una soletta all’interno anche la più economica, serve solo per ammorbidire ulteriormente la camminata.
  • Scegliete scarpe monocromatiche, evitate simboli, marchi o stemmi troppo evidenti. Tra la gente risultano a mio parere volgari.
  • Nere si adattano meglio agli abiti, un po meno al blu.
  • Abbinatele sempre a una cintura sottile e classica dello stesso colore.
  • Se indossate calze di spugne, evitate quelle bianche.

Ma a chi servono queste informazioni? Chi fa ancora il cameriere al giorno d’oggi?

14 commenti

Archiviato in Uncategorized