Archivi tag: Management dell’Hotellerie

Pronti, ripartenza e via… Fase 2


Oggi si comincia a parlare di ripartenza. Lo fanno tutti, sempre più…

Chi non apriremo mai più, chi ha già chiuso, chi a Maggio, chi a Settembre, chi a Giugno e chi semplicemente aspetta con la dovuta calma, necessaria in questi momenti.

Ecco io sono questo: l’ultimo. Non ho fretta, non dobbiamo averla. Il momento è delicato per tutti. Ancora si conosce poco di questo virus, serve tempo. Lavoriamo su altri fronti, sull’associazionismo* per esempio, oppure pensiamo. Pensiamo e basta. Cominciamo a riflettere su come sarà, facciamolo serenamente e cerchiamo di capire come torneremo ai nostri posti… E’ importante vederci chiaro, più ancora della visione. Facciamo un passo indietro, rispettiamo chi combatte, aiutiamo chi aiuta.

Detto questo mi piace il dibattito, mi piace pensare al futuro… al mio futuro da cameriere prima ancora che da ristoratore… così, riordinando qua e là, penso. Penso e scrivo.

Ho stilato una semplicissima lista di possibili azioni concrete che ci faranno ripartire avvicinandoci ai bisogni reali della gente, alle necessità della clientela.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Pronti, ripartenza e via… Fase 2

Archiviato in Camerieri, Taccuino

Se la fatica non fosse una droga chi la farebbe?… Il Cameriere 4.0


“La felicità vien sorridendo… Serve allenarsi!”

Passano gli anni, cambiano i bisogni. E’ in questo mondo estremamente dinamico che opera, quotidianamente, il cameriere. Un compito importante e sempre più difficile, orientato verso gli altri… l’altrui.

“Non sono clienti diversi sono diversi i clienti.”

Serve avere i riflessi pronti e una grande capacità di auto-critica. Serve migliorarsi continuamente, aggiornarsi e fare in modo che il cliente di domani possa trovare in noi una risposta ai suoi bisogni, sempre nuovi e sempre più evoluti.

“L’eccellenza non è un atto, ma un’abitudine”

Esiste un tempo in cui si viene serviti, uno in cui si serve e uno in cui si è al servizio. Un bravo cameriere (o un bravo manager) questo lo sa, è naturale, è la vita. Un passo avanti e due indietro. Sempre pronti a ricominciare ogni volta daccapo. Fatica dopo fatica.

“Il vero lusso è essere se stessi”

Marc Augé - http://www.rivistaunaspecie.com/recensione-un-etnologo-al-bistrot-di-marc-auge-raffaello-cortina-editore-2015/

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Se la fatica non fosse una droga chi la farebbe?… Il Cameriere 4.0

Archiviato in Camerieri