Archivi tag: lavoro

Il mestiere più bello (e difficile) del mondo… IL CAMERIERE


Un cameriere deve capire a fondo ciò di cui il cliente ha bisogno, deve intuire le sue esigenze e deve intuire i suoi molteplici desideri. Questo implica che esso sia autonomo nel gestire gli imprevisti e libero di prendere decisioni subitanee, senza avere necessariamente vicino il  maitre che le suggerisce, e che sia capace di interagire con una certa indipendenza e con entità esterne come sono i clienti. Ogni addetto di sala in diverso grado produce, vende e assiste i clienti, per cui nella sua persona sembra rientrare l’intera azienda. Un lavoro dunque molto collaborativo e partecipativo al tempo stesso.

Un cameriere più che ricevere ordini, deve essere orientato e motivato a sviluppare le proprie idee, incoraggiato a fare sempre meglio, secondo la missione e visione della squadra, capitanata dal maitre.

Un cameriere deve avere capacità e ambizione. E’ finita l’era delle gerarchie: di chi può tutto, chi un pò meno e chi non può affatto. In questa prospettiva ciò che il lavoratore ha studiato risulta meno importante del tipo di persona che egli è: cioè se ha iniziative, se conquista la fiducia dei clienti, se è capace di cavarsela da solo senza qualcuno che risolva i problemi e se sa sfruttare occasioni favorevoli improvvise, che esigono il saper improvvisare.

Le abilità proprie del cameriere: Continua a leggere

Commenti disabilitati su Il mestiere più bello (e difficile) del mondo… IL CAMERIERE

Archiviato in Camerieri

Lavoro di gruppo: divide gli sforzi, moltiplica i risultati…parola di Papa Francesco


“Fare insieme” vuol dire impostare il lavoro non sul genio solitario di un individuo, ma sulla collaborazione di molti. Significa in altri termini, “fare rete” per valorizzare i doni di tutti, senza però trascurare l’unicità irripetibile di ciascuno. Al centro di ogni impresa ci sia dunque l’uomo: non quello astratto, ideale, teorico,  ma quello concreto con i suoi sogni, le sue necessità, le sue speranze e le sue fatiche. (…) Significa dare a ciascuno il suo (…) Significa saper dirigere ma anche saper ascoltare, condividendo con umiltà e fiducia progetti e idee; significa fare in modo che il lavoro crei altro lavoro, la responsabilità crei altra responsabilità, la speranza crei altra speranza, sopratutto per le giovani generazioni, che oggi ne hanno più che mai bisogno.

Papa Francesco, Roma 2014 (foto di Franco Malinverno)

Papa Francesco, Roma 2014 (foto di Franco Malinverno)

 

Commenti disabilitati su Lavoro di gruppo: divide gli sforzi, moltiplica i risultati…parola di Papa Francesco

Archiviato in Camerieri