Archivi categoria: GustosaMente

Viaggi mirati, preparati e organizzati con il preciso scopo di andare a visitare luoghi d’interesse.

Dal Pescatore… l’anima di un territorio da scoprire! #OglioChiese


Di Pescatore ce n’è uno solo… raffinatezza, cura del dettaglio, gentilezza del personale, famigliarità e serenità sono i tratti che rendono solida questa prestigiosa realtà, divenuta un’istituzione della cucina italiana.

Aperitivo: snacks e Kir Royal

Dal Pescatore, Runate, Menu 2017

Terrina di Astice con caviale Oscietra Royal e Olio Extra Vergine Toscano

Foie Gras in Padellla, Dal Pescatore, Runate, Mantova, 2017

Foie Gras d’Oca in padella con frutto della passione e vino passito (Capitelli, Anselmi)

pasta-e-fagioli

Più Pasta che Fagioli: crema di fagioli Gialèt, scampi, bottarga di muggine e carciofi croccanti

Risotto, Dal Pescatore, Runate 2017, Menu,

Riso con fonduta di caprini e miele allo zafferano

branzino

Branzino ai limoni di Sorrento e Misticanza croccante di stagione

vino-mv

Sella di Capriolo con salsa al Cabernet e Mirtilli Neri (nella foto Berace – Massa Vecchia, Toscana)

Formaggi Italiani 

semifreddo

Semifreddo all’amaretto (per me)

16880748_10210941385322821_128804662_o

Torta morbida pere e cioccolato (per Greis)

Menu, prezzi, Dal Pescatore, Santini, Mantova, Canneto Sull'Ogliio

la copertina di Alain Vavro “Les Couleurs de l’Italie” – 2010

Menu € 180 bevande escluse

Annunci

Commenti disabilitati su Dal Pescatore… l’anima di un territorio da scoprire! #OglioChiese

Archiviato in GustosaMente

E luce fu, di nuovo.


A noir, E blanc, I rouge, U vert, O bleu: voyelles,
Je dirai quelque jour vos naissances latentes:
A, noir corset velu des mouches éclatantes
Qui bombinent autour des puanteurs cruelles,

golfes d’ombre; E, candeurs des vapeurs et des tentes,
lances des glaciers fiers, rois blancs, frissons d’ombelles;
I, pourpres, sang craché, rire des lèvres belles
dans la colère ou les ivresses pénitentes;

U, cycles, vibrement divins des mers virides,
paix des pâtis semés d’animaux, paix des rides
que l’alchimie imprime aux grands fronts studieux;

O, suprême Clairon plein des strideurs étranges,
silences traversés des Mondes et des Anges:
– O l’Oméga, rayon violet de Ses Yeux!

Vocali, A. Rimbaud – 1874

RiLuce, SacraFamilia, Vini, OltrePo

Il Gustofilo

Di Giorgio Mercandelli e dei suoi vini ne avevo già parlato. Ora la storia ricomincia da zero in quel di Canneto Pavese. Dopo un periodo di nuovi studi e sperimentazioni presso l’Università di Riccagioia, Giorgio torna a produrre i suoi vini tanto amati quanto, ahimè, non capiti. Vigneti scoscesi, pendenze epiche e viti selvagge fanno di questa cantina un esempio da seguire per riuscire a produrre vini di ottima qualità. “Oggi l’agricoltura ha una forma militaresca e noi, esseri umani, non siamo più abituati a vedere le vigne libere. Si sente spesso parlare di terroir… ma che cosa è il terroir? Il terroir, al giorno d’oggi, non esiste. Io credo che sia stato semplicemente distrutto!” Con queste parole Giorgio Mercandelli, titolare dell’azienda agricola RiLuce, racconta che cosa lo ha spinto a seguire questa strada della “NATURA, SENZA COMPROMESSI”.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su E luce fu, di nuovo.

Archiviato in GustosaMente

Coltivare il futuro producendo eccellenza


Fausto Andi lavora le sue vigne nei pressi di Montù Beccaria, nell’OltrePo Pavese. Il suo modo di lavorare va oltre quel che comunemente viene definito biologico/biodinamico. Qua si parla di eccellenza e, in tali casi, a determinare le regole è lui stesso. Non si parla di utilizzare o meno il piretro (insetticida naturale), cosa tra l’altro ammessa dai disciplinari di coltivazione, qua si lavora per creare una vigna paesaggista concepita su disegni benedettini i quali si pongono il solo obbiettivo di ricostruire un equilibrio perfetto tra l’uomo e la natura. I suoi vigneti (popolati da vitigni autoctoni), raggruppati tutti sullo stesso appezzamento di terreno, sono nati e cresciuti in modo “spontaneo” senza l’impianto di barbatelle, queste ultime nate per favorire la produzione e non la salute della vigna.

Il problema vivaistico è il vero cancro delle vigne in Italia e nel mondo.

Fausto Andi

 

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Coltivare il futuro producendo eccellenza

Archiviato in GustosaMente

Alla ricerca del chiodo d’oro


La Val Sabbia, collocata nell’alta Lombardia, tra il lago d’Iseo e quello di Garda, è una valle tutta da scoprire. Qua si può incontrare la natura selvaggia, la cultura territoriale e la buona gastronomia. Un luogo da esplorare fatto di spazi verdi incontaminati e percorsi tranquilli capaci di riconciliare l’uomo con l’ambiente circostante.

Raggiungere la Val Sabbia in auto è agevole e, una volta abbandonato il Lago di Garda, ci si inerpica in questa valle che in pochi chilometri vi conduce al Lago d’Idro, un lago da salvaguardare per la bellezza dei suoi colori e per gli innumerevoli scorci che regala ai visitatori.

2014-07-29 13.13.10

Monte Pizza, Chiesa di San Gervasio

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Alla ricerca del chiodo d’oro

Archiviato in GustosaMente

Into the wilderness


Mai pensato di abbandonare i circuiti turistici più conosciuti, e frequentati, del Lago di Garda per infilarsi in una delle splendide valli limitrofe? Avete mai sentito parlare della ValVestino o della Valle delle cartiere? Amate lo sport, la natura, la storia e la gastronomia? Allora dovreste proprio scoprire il parco dell’Alto Garda Bresciano. Potrete scoprirlo a piedi, in bicicletta o con la vostra auto cabriolet per rivivere in pieno le atmosfere e i paesaggi di queste zone.

2014-07-22 13.22.59

Museo della Carta, valle delle Cartiere

La Valle delle Cartiere, situata nei pressi di Toscolano Maderno tra i piedi del Monte Castello di Gaino e quelli del Pizzoccolo, è una zona adatta a far divertire tutte le famiglie e tutti gli sportivi. Si abbandona l’auto, e il caos della gardesana, e ci si addentra rilassati con la sola voglia di star bene. Per far questo Valerio Podavini (Guida Mountain Bike Tel 0365 552790 – 335 67 11 475 – vpodav@tin.it ) può aiutarvi a scoprire la Valtenesi, il parco Alto Garda o accompagnarvi sul sentiero delle assi in questa valle, magari in sella a una bicicletta MaTa. Per gli amanti della cultura e della storia il Museo della Carta rappresenta un vero e proprio pozzo di saperi in grado di raccontarvi il passato e farvelo rivivere.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Into the wilderness

Archiviato in GustosaMente

L’Hostalet… storia di una famiglia e di una terra


Skyline, Mountain,

Dopo tre anni (ne avevo già parlato qua!) torno a trovare la famiglia Colom a Hostalets d’en Bas, un piccolo paese della Garrotxa nei pressi di Olot, situato a nord di Girona e a soli 50 Km dal confine pireneico con la Francia. Un posto incantato tra le montagne, ideale per veri viaggiatori affacciato sul cammino che porta a Santiago de Compostela… una sorta di incontro spirituale tra il cibo e la famiglia quello che avviene al ristorante “l’Hostalet” dove bastano 30 € (bevande escluse) per godersi un menu capace di creare un giusto connubio tra l’innovazione e la tradizione.

Hostalet Rest

Continua a leggere

Commenti disabilitati su L’Hostalet… storia di una famiglia e di una terra

Archiviato in GustosaMente, Taccuino

L’Albereta e Gualtiero Marchesi… Ultimo capitolo


“quanti anni ho?… quarantatre.

I primi quaranta mi hanno insegnato a vivere…

gli altri li ho invece vissuti.”

Gualtiero Marchesi

In una fredda serata d’inverno niente riscalda l’animo come una cena pre-natalizia all’Albereta in compagnia di amici, colleghi e di Greis. Dopo una prima divertente volta, alcuni anni fa, è giunto il momento della verità e di andare a salutare il Maestro che dopo venti felici anni lascia Erbusco, e l’Albereta, non stanco di nuove esperienze. Questo luogo colpisce per la sua semplicità e per il suo arredo elegante, anzi figo, capace di far sentire a proprio agio chiunque e in qualsiasi momento della giornata. Mi lascio consigliare dai commensali e ci dirigiamo verso i classici, dunque via, su il sipario:

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in GustosaMente

Slow Bra


Un fine settimana di settembre mi gira il pirlo… vado a Cheese 2013. L’evento più goloso degli ultimi due anni che porta in scena il meglio delle tradizioni casearie mondiali.

Parto in sella alla mia Smarties, Greis al mio fianco. Alle 10:00 AM siamo in strada con un obbiettivo ben preciso… godersela! Parto in direzione Langhe, ma non Bra, prima ci aspetta una tappa in una storica insegna del mangiar bene locale… Del Belbo da Bardon a San Marzano Oliveto (Via Valle Asinari 25 – Tel 0141831340). Erano anni che volevo andarci… da quando, per la prima volta, nel lontano 2011 lessi un articolo di Roberta Corradin sulla Rivista del Club “il Toscano” a cui sono affezionato. Dunque eccoci qua, arrivati. Sono le 12:30 di una bellissima giornata di fine estate. Le Langhe colorano il paesaggio e i carrelli dei bolliti, degli arrosti e dei formaggi stimolano l’appetito.

Da Sul Barbera d’Asti, Laiolo Reginin

Un piccolo resoconto in pillole di questa buona tavola:
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in GustosaMente, Taccuino

L’esprit libre d’un cuisinier


Non è un viaggio di primavera ma potrebbe esserlo.  Cominciò così, tra confabulazioni e stanchezza, un week-end di mezza stagione. In sella alla mia Smart ForTwo grigia, galoppiamo verso ovest in direzione della frontiera francese. I chilometri scorrono velocemente, i colori della Val di Susa abbagliano ed il sole, in cielo, emana un caloroso bagliore di fine estate.

dal finestrino

Il traforo di Frejus ci accoglie dopo aver pagato pegno (39.40 € per il transito) e ci risputa in terra straniera sul far della sera. Più conveniente la tariffa di Andata e Ritorno € 49,10.  Grenoble ormai non è più lontana e la benzina comincia a costare meno (1,5 € al litro la verde) . Allo scoccare della quinta ora di viaggio, giungiamo a destinazione: Uriage Les Bains.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in GustosaMente, Vacanze fai da me, Viaggi di primavera

Amazing Uliassi


Continua la saga che vede Mauro Uliassi protagonista della grande cucina, fatta bene e al giusto prezzo.

Smart, autostrada, Senigallia. Queste le prime tre operazioni da me svolte appena sveglio. Con me Davide Colombo.

Dopo un giro di perlustrazione in una Senigallia semi-deserta, suoniamo al numero 6 della Banchina di Levante (Senigallia – AN – tel. +39 07165463 ).

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in GustosaMente