i 10 comandamenti della Sostenibilità


Lo scorso 13 e 14 Settembre 2021 si è svolto ad Assisi il BootCamp Work Horeca Forum 2021 organizzato dalla rivista BarGiornale, Ristoranti e PlantOne. Una due giorni nella quale giovani imprenditori, ristoratori e chef si sono confrontati sul tema della sostenibilità per sviluppare nuove strategie di successo per l’intero comparto dell’ospitalità.

Leggi anche – > ASSISI: il cammino della ristorazione green

La giornata conclusiva ha visto gli attori dell’evento esporre le conclusioni di una due giorni di tavoli, confronti e stimoli.

A guidare i gruppi Andrea Mongilardi, giornalista di BarGiornale, che ha dettato le linee guida, sottoforma di dieci comandamenti, che possano tenere in considerazione le tre variabili principali (economica, sociale e ambientale) sul qual costruire il futuro della gastronomia:

  1. Verso l’infinito e oltre -> La sostenibilità guarda al futuro… a un mondo che dura!
  2. Tutte le strade portano a Roma -> Non esiste una sola via maestra!
  3. Sii chi dici di essere -> Con consapevolezza e onestà scegli la tua strada!
  4. Dio esiste, ma non sei tu! -> Rilassati, concedi e concediti tempo!
  5. Da soli non si va da nessuna parte! -> …ascolta, coivolgi, stimola e gratifica!
  6. Aumenta il tempo giusto, riduci il tempo sbagliato!
  7. La rete non è una trappola: è li che farai gol! -> poniti obbiettivi buoni, puliti e giusti!
  8. Nutri i tuoi clienti! -> Diventa un operatore culturale!
  9. Offri il meglio spendendo meno! -> Scegli e valorizza prodotti di statgione e a filiera corta!
  10. Sii autentico e inimitabile!

Questi i dieci comandamenti che han fatto da bussola ai tanti giovani (e non) convocati per l’evento.

Il tema della Sostenibilità è stato affrontato nelle sue molteplici sfaccettature toccando anche ambiti come la comunicazione, il management, le tecnologie e la cucina.

“La Sostenibilità, oggi troppo chiacchierata, non è marketing. La sostenibilità necessità di una lunga visione e tanta consapevolezza. Passo dopo passo è il modo migliore per rendere durature le cose… è come la beneficienza si fa, ma non si dice!”

Così Alessandro Billis, chef dell’omonima osteria in Tortona, racconta la visione emersa dal confronto con i colleghi.

Sfoglia anche le Storie in Evidenza #BootCamp sul mio profilo Instagram – > @ilgustofilo

Numerosi gli interventi che si sono susseguiti anche in questa seconda giornata: dalla formazione di Patrizio Paoletti alla psicologia ecologica di Francesca Gazzola (DRIIN), dalla leadership di Leonardo Milani alle società benefit di Massimo Follador, dalla disciplina di Nino Rossi alla Planet Farm di Chicco Cerea, dai piatti di Alessandro Negrini all’orto marittimo di Moreno Cedroni.

,

“Con il tempo, l’esperienza ci permetterà di fare meglio ciò che già facevamo e di fare cose nuove ancora migliori. Spetta ai ristoratori il compito di portare avanti le tradizioni, contaminandole e facendole evolvere nel gusto!”

Moreno Cedroni