Se la fatica non fosse una droga chi la farebbe?… Il Cameriere 4.0


“La felicità vien sorridendo… Serve allenarsi!”

Passano gli anni, cambiano i bisogni. E’ in questo mondo estremamente dinamico che opera, quotidianamente, il cameriere. Un compito importante e sempre più difficile, orientato verso gli altri… l’altrui.

“Non sono clienti diversi sono diversi i clienti.”

Serve avere i riflessi pronti e una grande capacità di auto-critica. Serve migliorarsi continuamente, aggiornarsi e fare in modo che il cliente di domani possa trovare in noi una risposta ai suoi bisogni, sempre nuovi e sempre più evoluti.

“L’eccellenza non è un atto, ma un’abitudine”

Esiste un tempo in cui si viene serviti, uno in cui si serve e uno in cui si è al servizio. Un bravo cameriere (o un bravo manager) questo lo sa, è naturale, è la vita. Un passo avanti e due indietro. Sempre pronti a ricominciare ogni volta daccapo. Fatica dopo fatica.

“Il vero lusso è essere se stessi”

Marc Augé - http://www.rivistaunaspecie.com/recensione-un-etnologo-al-bistrot-di-marc-auge-raffaello-cortina-editore-2015/

Concludo queste brevi riflessioni sulla sala con due passaggi tratti da un consigliatissimo libro di Marc Augé (antropologo), Un etnologo al bistrot (Raffaello Cortina, Milano, pagg. 100, € 10), nel quale emerge il fattore umano in grado di trasformare un semplice caffè in un esperienza indimenticabilmente normale:

Tavolini dove si sta bene da soli e si sta bene in due (non di più se, se no diventa un’altra cosa e addio fascino…). Dove a renderti, appunto, indimenticabile ce la mettono tutta i camerieri (e le cameriere) che per qualche minuto sembrano non avere altra preoccupazione che quella di farti sentire uno che sta lì da sempre, un parigino secolare come la moquette usurata o la caraffa che, al pari di un vetusto baobab, mostra gli anelli di ripetuti e mal accuditi riscIaqui. (…) Il cameriere ci sorride come fossimo amici, anzi complici, da una vita.”

“Rendere eccezionale una situazione normale è la vera difficoltà”

photo credit www.rivistaunaspecie.com

Commenti disabilitati su Se la fatica non fosse una droga chi la farebbe?… Il Cameriere 4.0

Archiviato in Camerieri

I commenti sono chiusi.