Napoli di corsa… tra una pizzeria e l’altra. Ecco il PIZZA TOUR


Written by Daniel

Napoli, mercoledì 30 Settembre 2015

Ore 12.00 in punto comincia il nostro PIZZA TOUR, orario insolito a pranzo per un napoletano infatti aspettiamo 10 minuti per la classica margherita nel cartone alla pizzeria Umberto a Chiaia: buon pomodoro, cottura ok, forno a legna, non troppo leggera, piuttosto alta, voto 7,5

Gambrinus

Intermezzo con tappa per il caffè più buono del mondo e poi funicolare per il Vomero e raggiungiamo Fresco: la solita Margherita nel cartone con aggiunta del pizzaiolo di un angolo farcito con fiori di zucchina. Tanta pasta, poco cotta sopra, pesantina condimento medio voto 6

Fresco, Napoli

Sempre al Vomero ci dirigiamo da Acunzo: pizza piccola, pasta poco cotta, molto condimento, molto saporita e pesante voto 6,5

Conto Qui comando io

Scendiamo dal Vomero a piedi e prima di Via Toledo deviamo da Attilio, siamo nei quartieri spagnoli: impasto leggero, troppo poco cotta, pomodoro eccezionale, prezzo 3,5 € voto 7

Trattoria

A fianco di Attilio incrociamo una fantastica trattoria caratteristica: peccato non potersi fermare!

900

Giù x spaccanapoli incrociamo Pizzeria 900 spaccanapoli, 1 euro scugnizzo già pronto, molliccio ma farina ok, poco cotto voto 6,5 rapporto q/p 10!

Percorriamo tutta Spaccanapoli fino alla famosissima pizzeria Da Michele, inverosimilmente affollata di turisti, dovuta forse alla citazione su diverse guide gastronomiche. La tappa ne è valsa la pena: impasto molto saporito, tanto olio, buona cottura, leggermente bruciacchiata buon sapore. Voto 9

Michele

Risaliamo i presepi di San Gregorio Armeno e raggiungiamo la pizzeria Di Matteo, prezzo record, 3 euro. Notiamo il pizzaiolo che fuma mentre inforna una pizza bruciata, poco saporita, pomodoro scadente. voto 6

Corriamo da Sorbillo, vincitore uscente ore 15.10 veniamo rimbalzati, forno spento nonostante l’orario di chiusura sono le 15.30! Delusione!
Terminiamo con la pizzera Dal Presidente: pizza enorme molto buona, pomodoro buono e fiordilatte un po’ gommosa, cottura ottima. voto 8

Per concludere in bellezza ordiniamo una pizza fritta ripiena con provola, ricotta e ciccioli, una sberla infinita come dimensioni, piuttosto pesantina e impossibile da mangiare dopo 7 quarti di margherita. Gusto croccante e ripieno non molto di mio gradimento. (vedi preconto nella foto)

Presidente, Napoli

In generale concludo affermando che la qualità dei prodotti è buona nonostante i locali non siano pulitissimi. Mi sono comunque divertito!

Per la Margherita manca una vera star in grado di raggiungere la perfezione… sarà stato per l’assenza del detentore?

Da ripetere!!!

Commenti disabilitati su Napoli di corsa… tra una pizzeria e l’altra. Ecco il PIZZA TOUR

Archiviato in Contributi

I commenti sono chiusi.