Girona Surround


2014-06-12 01.09.21

Ryanair perde il pelo ma non il vizio. Ora, alle mille burocrazie del giorno prima, se n’è aggiunta una:il check-in va fatto negli ultimi sette giorni… non prima, se no bisogna pagare una “penale” (anche se messa giù in modo diverso, ovvero come opportunità) di 10 €. La praticità degli aeroporti, questa volta, prende il sopravvento e scelgo, comunque, loro.
Bergamo – Girona la linea è diretta.
Polemiche a parte, la mia esperienza nel celebre ristorante el Celler de Can Roca in Girona è stata incredibilmente performante, capace di mettermi in contatto con il mondo dell’alta ristorazione e della famiglia Roca, vera attrazione della città catalana.
Spiego meglio: sono stato a Girona per motivi professionali, lavorando nella sala del miglior ristorante al mondo. L’esperienza mi ha fatto conoscere la storia di questo incredibile luogo del mangiar bene che riesce a servire 140 coperti al giorno , 70 a pranzo e 70 a cena, con uno stile senza paragoni, tre stelle Michelin sulle spalle, un’atmosfera rilassata e conviviale.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Girona è una cittadina molto carina situata a Nord di Barcellona, a Sud dei Pirenei e nell’entroterra della Costa Brava. Un vasto bosco giardino, popolato da antichi alberi, delimita il centro storico nella cui parte più alta si trova la maestosa cattedrale gotica. Celebri, e affascinanti da salire, sono le scalinate che percorrono il centro (protagoniste del film “Profumo” del regista Tom Tykwer USA 2006) mentre le antiche mura difensive della città offrono angoli dove la vista non conosce orizzonti. La parte vecchia, e romana, della città è chiusa tra le mura e il fiume Onyar, un affluente del vicino Riu Ter. Questo fiume è facilmente valicabile grazie a molti e suggestivi ponti tra cui il Pont Eiffel, concepito nel 1877 dal celebre architetto Gustave Eiffel.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gastronomicamente parlando, per poter cenare, o pranzare, al Celler de Can Roca (Calle Can Sunyer, 48, 17007 Girona – Tel +34 972 22 21 57) dovrete prenotare con un largo larghissimo anticipo di ben undici mesi, per mangiare un ottimo ed estroverso Hamburgher gelato al gusto di “mela al forno” presso la gelateria RoCaMbOlEsC (carrer de Santa Clara 50 – 17001 Girona tel +34 972 416 667 info@rocambolesc.com) invece no, basta andarci. Non perdetevi nemmeno i croissant e i dolci della pasticceria più celebre di Spagna: Sweets by Abraham Balaguer ( Carrer Creu, 43, 17002 Girona Tel +34 972 41 41 91).

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il mio soggiorno nel Germans Sabat, il quartiere periferico andaluso di Girona dove si trova il ristorante, mi ha permesso di scoprire meglio la Catalunya, facendomi così tornare a Barcellona dove ho avuto modo di pranzare da Canete Bar, una taperia storica della capitale, situata nei pressi della Rambla, che serve ottimi piatti a prezzi molto accessibili. Per l’esattezza nove assaggi e quattro birre per la cifra di 56,70 € in due. Sembrano pochi ma in realtà il conto è corretto considerando che si trattava di uno spuntino. Una passeggiata tra la Rambla e la Boqueria mi han fatto scoprire la crema catalana d’asporto dell’eclettico pasticcere Escribà (La Rambla, 83 – Barcelona, Tel +34 933 01 60 27). Il caffè, se lo gradite, prendetelo al BAR LOBO nel Raval (Pintor Fortuny, 3 08001 Barcelona Tel +34 934 815 346), un locale di design e tendenza che offre prodotti di qualità alla clientela.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ristoranti, a parte, il mio soggiorno prolungato mi ha svelato anche la Catalunya della cultura, dell’arte e delle vacanze al mare. Dalla stazione di Girona partono in continuazione treni e autobus per la Costa Brava e per le mete artistiche più ambite, come Figueres per esempio. Arrivato da Girona con soli 6 € alla stazione degli autobus ho visitato il centro, il Teatro-Museo Dalì (prezzo studenti € 9) con la rispettiva torre Galatea e il museo delle gioie, ovvero preziosissimi gioielli concepiti dai disegni di Salvador Dalì stesso, e il Castello di San Ferran che sovrasta la cittadina. Se siete stanchi e affaticati concedetevi una orxata (bevanda a base di acqua, zucchero e zigolo dolce € 2,85) nella Cafeteria Royal, che anche solo per l’autentica struttura merita di esser visitata e salvata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cala Montjoi

Cala Montjoi

Dopo Figueres è la volta delle splendide spiagge nel nord de L’empordà (così chiamata questa comarca della Catalunya al confine con la Francia) vi consiglio pertanto due località-gourmet: Cala Montjoi nei pressi (non proprio!) di Roses (seguire la carretera Montjoi appena entrati in Roses) conosciuta in tutto il mondo per il ristorante dei ristoranti: ElBulli di Ferran Adrià che riposa sulle acque di questo mare meraviglioso.

El Bulli, Roses

El Bulli sullo sfondo

Cadaques invece è un salotto, non solo per ricchi e per artisti, ma anche per gli amanti della buona cucina che possono sedersi ai tavoli del Restaurant Compartir (c/Unio, 14 – Cadaques Tel +34 972 25 84 82) , ideato e gestito da Oriol Castro e Eduard Xatruch alla fine della loro lunga esperienza al Bulli, di cui si è già parlato. Alla carta si spendono circa 55 € a testa, bevande escluse, per una cena completa.

Avrei voluto, ma non sono riuscito, a visitare anche Llanca (Restaurant El Vaixell) e Colera, due località ancora più a nord delle quali mi han parlato molto molto bene i miei amici spagnoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella parte sud de L’Empordà ho avuto modo di scoprire la Platja de Sant Pol, nei pressi di San Feliu de Guixols, la Plaja d’Aiguablava vicino a Begur e Cala Bona. Mete davvero uniche e speciali. Un mare cristallino, pulito e tranquillo capace di lasciare in pace chi cerca relax e riservatezza.

Platja de San Pol

Platja de San Pol

Platja d'Aiguablava - Begur

Platja d’Aiguablava – Begur

Se invece amate la montagna e l’entroterra catalano non dovete perdere Hostalets d’En Bas nella Garrotxa, dove si trova il Restaurant l’Hostalet  della famiglia Colom (C/de Vic, 18 – Tel +34 972 6900 06) e l’antico forn del Pa Bataller dove ogni giorno si sforna buonissimo pane artigianale ( Tel +34 972 6901 66 ), oppure il piccolo comune de L’Espunyola nella comarca de la Berguedà in provincia di Barcellona, dove potete incontrare l’ottima cucina di Felipe presso l‘Espai Gastronomic de l’Hotel Cal / Majoral (€ 30 bevande escluse).

Olot vista dal Cràter del Montsacopa (Garrotxa)

Olot vista dal Cràter del Montsacopa (Garrotxa)

Llac Grauges

Llac Grauges (Berguedà)

Bon viatje!

Commenti disabilitati su Girona Surround

Archiviato in Vacanze fai da me

I commenti sono chiusi.