Marocco 2: OOOHHH Essaouira!


L’arrivo a Essaouira è puntuale per l’ora di pranzo, Nicole ci attende alle mura, chiama un calessie (20 Dhm) che ci porta le valigie e ci accompagna nel suo ryad al centro della medina (città vecchia). Il Ryad Baladin è situato in rue Sidi Magdoul ( n°9 tel +212 424 48 136).

La chambre terrasse è per noi, all’ultimo piano di questa palazzina, la verandina è splendida, il panorama altrettanto: alle nostre spalle la città vecchia, davanti a noi l’Oceano Atlantico e le isole Mogador (o Porporine, popolate dai falchi di Eleanora).

Essaouira, significa “città ben disegnata”, tristemente famosa per essere stata una roccaforte dei portoghesi i quali usavano questa città per far partire le loro navi negriere dirette verso le Americhe. Due passi a piedi, poi la fame ci fa fare tappa in un ristorantino a ridosso delle mura che circondano la medina, si chiama Il Mare (43, rue Yamen Scala, Essaouira 44103, Maroc tel 00212 (0) 524 47 64 17 ).  Piatti di pesce fresco (canolicchie alla provenzale con verdure al vapore saltate nel burro), locale pulito e suggestiva la vista sul mare. Essaouira è una cittadina piacevole, piccola e a misura d’uomo, si stà davvero molto bene, l’umidità è tanta e l’oceano davanti è immenso. I souq (mercatini) sono sempre belli e colorati. Si trova merce di buona qualità e al giusto prezzo.

La spiaggia è molto grande e lunga, la parte nord libera, la parte sud colonizzata dagli americani, che si recano qua per fare Surf. E’ infatti possibile noleggiare le attrezzature e farsi qualche ora di tavola al fianco di un maestro esperto presso l’Océan Vagabond. Il sole è molto caldo e scottante, sorge e tramonta molto presto rispetto “al nostro!”. La medina va visitata assolutamente. Una cittadina vecchia dai muri candidi, divenuta patrimonio dell’umanità dell’Unesco. La Skala de la Ville e la Skala du Port immancabilmente. Inoltre nel porto delle barche azzurre si tiene tutti i giorni il mercato e l’asta del pesce.

Noi ci siamo concessi anche un autentico massaggio berbero a “les Massages Bérbéres” (135, Av. Mohamed El Quorry – Bab Marrakech – Essaouira – prenotazione obbligatoria tel 00212 24473130 – 350 Dhm per 2 ore di massaggio!). A pochi Km è possibile visitare il villaggio di Diabat e lo spiaggione di Sidi Kouky (27 km) frequentatissimo da surfisti di tutto il mondo. La cucina è tipicamente a base di pesce di mare, data la fiorente economia della pesca. Abbiamo consumato i nostri pasti a:
Le Patio (rue Moulay Rachid tel 00212 024 474 166), un luogo molto turistico ma elegante e dotato di un certo fascino.
Taros Cafè (Place Moulay Hassan tel 00212 524 476408), ho passato qua la serata del mio compleanno, una serata indimenticabile, a sorpresa Nicole mi ha organizzato la festa! E’ stata davvero una bella sera. Mangiato molto bene: Pasticcio con verdure marocchine di stagione, Calamari alla griglia in vinagrette con verdure e il dessert a sorpresa.
Elizir, un ristorantino collocato su una terrazza in centro alla medina. Lo chef, un giovane ragazzo di nome Latif, si arrangia da solo sia ai fornelli che in sala. Questo giovane talento della cucina marocchina ha lavorato per 11 anni in Italia. Il locale è piccolo e tiene pochi coperti (circa 20). Quella sera del 22 ottobre abbiam mangiato un’antipasto della casa, preparato secondo la fantasia di Latif. Risotto au seché (squisitamente ottimo), involtini au saumon fumè per Grace, le poisson du juor pour moi (Triplice variazione di Branzino).

Complimenti a Latif, torneremo a trovarti! I prezzi di questi locali si aggirano solitamente sui 30 € a persona bevande incluse! Certo è che si tratta di posti famosi e di alto rango in Marocco, per strada si spendono pochi euro per un pesce alla griglia o un tajine al volo! Solitamente il dopocena da Les freres, vicino al ryad Baladin, a ballare, cantare e ritmare musica Gnaoua in compagnia. Qua abbiamo avuto l’occasione di conoscere due gruppi Gnaoua davvero interessanti: Ganga Fusion e la Nerves X-band (video). Essaouira è infatti famosa per la musica, non solo per aver ospitato Jimi Hendrix per parecchi anni , ma anche per essere oggi un importante centro musicale dove ogni anno si tiene un ormai famosissimo Festival di musica Gnaoua. La casa di Jimi Hendrix è facilmente visitabile a dorso di cammello per 150/200 Dhm, percorrendo tutta la spiaggia di Essaouira in direzione sud.

All’indomani partiamo per Taroudant in auto, ci accompagna sempre il nostro autista del ryad. La strada è lunga, dobbiamo percorrere tutta la costa atlantica sino a Agadir, poi rientrare nell’entroterra sino a Taroudant ai piedi della catena montuosa dell’Atlas (Atlante). Salutiamo Nicole e saldiamo i conti: 35 € a notte per persona (colazione inclusa), 40 € a cranio il trasferimento da Marrakech a Essaouira, 60 € a cranio da Essaouira a Taroudant! Il tragitto che percorre tutta la costa, passa per Tamanar, dove si trova una coperativa femminile di produzione di Olio d’Argan BIO (Coopérative Amal), presidio Slow Food (Coopérative Amal).

 

A metà strada, dopo circa 4 ore di viaggio, siamo nei pressi di Agadir, la fame si fa sentire pensiamo così di fermarci per un pranzo, come consigliatoci da Nicole.  Alle 3 pomeriggio siamo a Taroudant.

Lascia un commento

Archiviato in Vacanze fai da me

Quick contact

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...